logo

Tre Confini

prodotti details


Il nome riflette il nostro desiderio di abbattere le barriere che dividono le tre aree di produzione dell’Alto Piemonte: le provincie di Novara, Vercelli e Biella. Il Tre Confini è un Nebbiolo atipico in quanto non è fatto per invecchiare ma per il consumo di ogni giorno. In ogni caso, è fatto all’insegna della ricerca qualitativa dalla vigna alla cantina, avvalendosi dell’innovazione per produrre un vino cristallino che rispetti le caratteristiche tipiche dei vini di quest’area. Negli anni, infatti, Tre Confini è stato largamente acclamato dalla critica.

Origine e metodo di vinificazione

Vitigno: Nebbiolo 100%
Zona di produzione: vigneto di proprietà Torraccia del Piantavigna sito nel Comune di Ghemme, località Poncioni
Appezzamento: circa 5 ettari a conduzione diretta. Una filosofia di coltura eco-compatibile riduce al minimo l’impiego di agenti chimici
Composizione del terreno: argilla fluvio-alluvionale a reazione acida
Forma di allevamento: guyot
Resa media per ettaro: circa 70 quintali. Viene praticato il diradamento in modo da garantire l’ottimale esposizione alla luce di tutti i grappoli e concentrare i profumi e i sentori
Vendemmia: manuale, per preservare l’integrità della buccia, in cassette, nel corso della prima quindicina di ottobre
Vinificazione: tradizionale in presenza delle bucce. Segue fermentazione malolattica
Invecchiamento: almeno 6 mesi in botti di legno di rovere francese di Allier
Affinamento: 2 mesi in bottiglia
Bottiglia: Bordolese slanciata

Caratteristiche organolettiche

Colore: rosso rubino non molto intenso
Profumo: caratteristico, tenue, con nota tipica che ricorda la viola
Sapore: armonico, asciutto e vellutato
Temperatura iniziale di servizio suggerita: servire leggermente fresco a 15-16° C, stappando giusto al momento del consumo
Accostamento gastronomico: molto versatile, accompagna una grande varietà di cibi, anche di robusta personalità

Note: Anche se questo rappresenta un vino giovane di livello più accessibile rispetto ai Gattinara e Ghemme, la cura, l’attenzione e la ricerca della qualità a partire dalla coltura della vite, fino all’affinamento del vino è la medesima. Non a caso, il Tre Confini Nebbiolo, ha ricevuto svariati premi dalla critica

  • Gambero Rosso

    2 Bicchieri Neri: Vino da molto buono a ottimo

    testimonial-image
    Tre Confini Rosso DOC 2008, 2010, 2011, 2013, 2015
  • Guida Oro - i Vini di Veronelli

    1 Stella Rossa: Vino Buono

    testimonial-image
    Tre Confini Rosso DOC 2008, 2010 e 2011
  • Touring Club - Vini Buoni d'Italia

    2 Stelle Rosse: Vino ben fatto e di piacevole bevibilità, dove le caratteristiche del vitigno sono già ben presenti

    testimonial-image
    Tre Confini Rosso DOC 2013
  • Touring Club - Vini Buoni d'Italia

    4 Stelle Rosse: Vino in cui ci sono una completa espressione del vitigno e un rapporto di finezza, consistenza ed equilibrio

    testimonial-image
    Tre Confini Rosso DOC 2008, 2010 e 2011
  • Slow Wine – 2011 – Slow Food Editore

    “il Colline Novaresi Nebbiolo 3 Confini 2008 è un bel vino floreale e scattante”

    testimonial-image
    Tre Confini Rosso DOC 2008, 2015
  • Bibenda ex 2000 Vini Bibenda

    3 Grappoli: Vino di buon livello e particolare finezza

    testimonial-image
    Tre Confini Rosso DOC 2008, 2010, 2011, 2013, 2015
  • L'Espresso - Vini d'Italia

    4 Bottiglie: Vino Ottimo a un passo dall'Eccellenza

    testimonial-image
    Tre Confini Rosso DOC 2008, 2015
  • L'Espresso - Vini d'Italia

    2 Bottiglie: Vino di qualità superiore alla media

    testimonial-image
    Tre Confini Rosso DOC 2011
  • Ais Vitae

    2 Viti Rosse: Vini di buon profilo organolettico

    testimonial-image
    Tre Confini Rosso DOC 2015
  • Slow Wine – 2012 – Slow Food Editore

    «Un nebbiolo di pronta beva non più invecchiato come vogliono i logori disciplinari»

    testimonial-image
    Tre Confini Rosso DOC 2010

Video Recensione

  • Share